17. Jan 2017
Composizione del veleno d’api

Il veleno d’api viene prodotto nelle ghiandole velenifere e conservato nel sacco del veleno. Un sacco pieno contiene circa 0,3 mg di veleno. Nella parte posteriore l’ape ha un organo speciale chiamato il pungiglione. Quando si sentono minacciate, le api estraggono il pungiglione, pungendo la pelle o l’epidermide dell’attaccante percepito, iniettando il loro veleno. Il pungiglione è dotato di uncini che fanno sì che l’intero pungiglione rimanga incastrato e l’ape, nel tentativo di liberarsi, lo strappa e vola via, mentre il pungiglione rimane nella pelle con il veleno.

Il veleno viene rilasciato nel corpo attraverso il pungiglione e i suoi componenti principali sono:

  • melittina – proteina costituita da 26 aminoacidi, che contiene il 50% del peso secco del veleno
  • apamina – proteina composta da 18 aminoacidi, che contiene il 3% del peso secco del veleno
  • fosfolipasi – enzima contenente il 14% del peso secco del veleno
  • ialuronidasi – enzima contenente il 2% del peso secco del veleno
  • istamina – contiene il 0,1% del peso secco del veleno
  • due polipeptidi alcalini - in quantità minime

Il veleno d’api contiene anche altri componenti chimici che sono ancora soggetti alla ricerca scientifica. Tuttavia, le prove finora raccolte sembrano supportare la convinzione che il veleno d’api presenta proprietà che promuovono la salute, derivando essa dalla medicina popolare e esperienza dei medici che l’hanno utilizzato già migliaia di anni fa.

CONDIVIDI

Non perdetevi le novità di bellezza Beesecret. Lasciateci il vostro indirizzo e-mail e sarete tra i primi a sapere quando i prodotti Beesecret saranno disponibili.

© Medex 2017 Produkcija ENKI